Menu

ARGENTO ATTIVO - PREVENZIONE INCENDI DOMESTICI

  • Pubblicato in Notizie
100 100 150

 

LA CASA, UN LUOGO SICURO?

 

In Italia, ogni anno, circa 8000 persone perdono la vita in seguito ad un incidente domestico

 

Il programma regionale di prevenzione della Regione del Veneto prevede iniziative e strumenti di sensibilizzazione per radicare una forte cultura della sicurezza.

Il progetto ArgentoAttivo, rivolto alla popolazione anziana,

coinvolge 19 Aziende Sanitarie e oltre 1200 farmacie venete

                                                                                           

Tutti ci sentiamo al sicuro all’interno della nostra abitazione. Eppure gli incidenti domestici costituiscono un rilevante problema di sanità pubblica: nel nostro Paese, ogni anno, circa ottomila persone perdono la vita in seguito ad un incidente domestico (più del doppio rispetto ai decessi per incidente stradale) che rappresenta pertanto la quinta causa di morte prevenibile.

Le conseguenze più gravi in termini di mortalità e di invalidità permanente riguardano i bambini in età prescolare e gli anziani.

La maggior parte di tali eventi, però, è prevedibile ed è evitabile mediante l'adozione di comportamenti adeguati e di modifiche, talora anche piccole, degli ambienti di vita per renderli più sicuri.

Il Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018 della Regione del Veneto nell'ambito del Programma di Prevenzione degli Incidenti Domestici, al quale partecipano tutte le aziende sanitarie venete, prevede, tra gli altri, un percorso di sensibilizzazione degli anziani e dei loro caregiver, denominato “ArgentoAttivo”, promosso e supportato nel territorio dai referenti di programma di ciascuna A.ULSS

 

 

Il progetto si prefigge di raggiungere gli anziani attraverso i canali dell’assistenza sanitaria, sociale e del volontariato con l’obiettivo di aumentare le conoscenze, le competenze e le abilità atte a promuovere la sicurezza domestica dell’anziano, tramite formazione dei caregivers, incontri con gli anziani, distribuzione di materiali informativi, ecc…

 

La dott.ssa Lorenza Gallo, direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Ulss 18 di Rovigo è coordinatore del programma regionale: È necessario – dice - che tutti gli operatori della salute si attivino per creare e diffondere opportunità di un'efficace promozione della salute che metta le persone al centro dei processi decisionali, anche fornendo corrette informazioni e sensibilizzando sull'opportunità di adottare comportamenti adeguati a rendere più sicuro l'ambiente di vita. Per questo abbiamo voluto mettere in campo tanti strumenti diversi per arrivare a tutti i cittadini, per sensibilizzare le comunità e lavorare sul piano dell’educazione alla sicurezza.

 

Secondo i dati ISTAT in Italia si evidenziano circa 3.500.000 infortuni all’anno con un incremento nell’ultimo decennio pari al 20%: la più frequente modalità di incidente, è la caduta (con percentuali

dal 40 al 45%), seguita da urti (in media 17%) e tagli (in media 16%). Queste tre meccaniche complessivamente comprendono circa l’80% delle modalità di accadimento.

 

La difficoltà sta nella convinzione radicata nella maggior parte delle persone che la casa sia un luogo sicuro, il luogo più sicuro in cui stare; i rischi legati alla vita domestica sono quindi sottovalutati.

L'abitudine e la ripetitività dei gesti quotidiani determinano una sensazione di falsa sicurezza o una riduzione della soglia di attenzione o di guardia rispetto ad azioni potenzialmente pericolose o a situazioni in atto (per esempio caratteristiche della casa e in particolare degli impianti) che non rispettano gli standard di sicurezza.

 

Gli anziani sono le persone che hanno la maggior probabilità di infortunarsi in casa dato il lungo tempo che in genere trascorrono in questo ambiente. Hanno tuttavia una bassa consapevolezza del rischio e spesso negano o sottostimano il rischio di cadere o addirittura fanno resistenza all’uso di dispositivi di supporto. Le cadute rappresentano l'aspetto più rilevante degli incidenti domestici in età senile in quanto causano tassi di mortalità e morbilità elevati, oltre a contribuire alla limitazione della mobilità e all’ingresso prematuro in residenze assistite.

Secondo i dati ISTAT, il 40-50% degli anziani che vive in casa cade almeno una volta l'anno. Il 70% delle cadute avviene in camera da letto, bagno, cucina, scale, durante le attività quotidiane e nelle prime ore del mattino o della sera.

Le donne cadono più frequentemente degli uomini e si fratturano più facilmente. La frequenza delle cadute aumenta progressivamente con l'avanzare dell'età.

In Veneto, il 50% circa dei ricoveri conseguenti a un incidente domestico (circa 7.000 l'anno) riguarda un anziano sopra i 75 anni.

 

La conoscenza e l’informazione rappresentano quindi strumenti decisivi per diffondere una cultura della sicurezza, per aumentare il livello di consapevolezza e attenzione verso questo tema.

Il Programma di prevenzione degli incidenti domestici della Regione del Veneto, che coinvolge tutte le  aziende sanitarie delle sette province venete, va proprio in questa direzione.

 

Per informazioni: https://www.facebook.com/aiutosonoincasa/ e www.aiutosonoincasa.com.

 

ARGENTO ATTIVO… IN FARMACIA

 

È un progetto previsto dal Programma di prevenzione degli incidenti domestici, che si realizza grazie alla fattiva collaborazione degli Ordini dei Farmacisti di tutte le province del Veneto e con il coinvolgimento delle farmacie del territorio regionale.

A partire dal 10 ottobre all'interno di oltre 1200 farmacie venete verranno utilizzate shopper appositamente realizzate con messaggi sulla sicurezza domestica rivolti in particolare alle persone anziane; i farmacisti sono inoltre a disposizione per fornire informazioni e suggerimenti sul tema.

 

Questa esperienza ha dato risultati positivi in termini di fattibilità e di partecipazione negli anni scorsi e viene quindi proposta quest’anno accompagnata da tante iniziative collaterali, tutte con un unico obiettivo: affrontare in modo efficace il delicato tema della sicurezza in casa promuovendo una cultura radicata, che abbia come conseguenza l’adozione di comportamenti e accorgimenti finalizzati a prevenire gli incidenti.

 

 

 

 

back to top

Il presente sito web utilizza cookie per migliorare comunicazione e navigazione. Continuando a visitarlo, accetti le condizioni sull’utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.