Menu

Stati generali per la legalità

  • Pubblicato in Notizie

Questa mattina, presso Palazzo Balbi, si è tenuto - su richiesta di Cgil, Cisl e Uil regionali - l'incontro con il Presidente Zaia sul tema della legalità e della presenza della criminalità organizzata nel nostro tessuto produttivo. Hanno partecipato Christian Ferrari, Segretario generale della Cgil del Veneto, Paolo Pozzobon, Segretario confederale Cisl Veneto, Gerardo Colamarco, Segretario generale della Uil del Veneto.

«Abbiamo espresso al Presidente della Regione - dichiarano i tre sindacalisti - tutta la nostra preoccupazione per l'evidente salto di qualità della presenza criminale sul nostro territorio, come dimostrano le recenti indagini della Magistratura e delle Forze dell'Ordine. Senza una diffusa azione di prevenzione sarà impossibile sradicare dal nostro sistema economico la criminalità organizzata, ed è indispensabile per questo che tutti facciano la loro parte: le istituzioni, le forze sociali e il tessuto produttivo veneto. Per questo abbiamo proposto alla Regione di convocare gli “Stati generali del Veneto per la legalità e per il contrasto alla criminalità organizzata”, affinché sia approntato un piano strategico che preveda misure concrete a partire dai settori più esposti: la logistica, l'agricoltura, il sistema degli appalti, il ciclo dei rifiuti, il sistema del credito. Il primo passo da compiere è una vera e propria indagine conoscitiva che faccia emergere le reali dimensioni di questi fenomeni. Un'altra azione decisiva è la sensibilizzazione dei cittadini e, in particolare, delle nuove generazioni a una cultura della legalità, della solidarietà, della dignità del lavoro. A questo proposito, la Giornata della Memoria e dell'Impegno, che vedrà a Padova la piazza principale di una mobilitazione che coinvolgerà tutto il Paese il prossimo 21 marzo, può rappresentare l’inizio di questo percorso condiviso».

«Ci auguriamo – concludono i sindacalisti - che, nei tempi più rapidi, gli impegni che ha assunto il presidente Zaia si trasformino in fatti tangibili».

 

Leggi tutto...

Fondo di solidarietà

  • Pubblicato in Notizie

Confindustria Veneto e Cgil Cisl Uil del Veneto, di fronte alla drammaticità della situazione causata delle avversità meteo del 29 e 30 ottobre 2018, hanno deciso – congiuntamente - di sostenere un impegno a favore delle popolazioni venete che sono state colpite. A questo fine, è stato sottoscritto da Matteo Zoppas (Presidente Confindustria Veneto) e dai segretari regionali delle Organizzazioni Sindacali, Christian Ferrari (CGIL Veneto), Gianfranco Refosco (CISL Veneto) e Gerardo Colamarco (UIL Veneto), un accordo per la costituzione di un Fondo di Solidarietà.  In questo Fondo verranno raccolti: 

• i contributi volontari dei lavoratori, attraverso la devoluzione di ore di lavoro;  

• i versamenti, parimenti volontari, da parte delle imprese.

La raccolta dei fondi avrà termine il 28 febbraio 2019. I fondi accantonati saranno destinati ai bisogni dei territori colpiti dal maltempo, sulla base della ripartizione percentuale dei danni, per Provincia, stimati dal Commissario della Protezione Civile e saranno accreditati sul c/c appositamente istituito dalla Protezione Civile, che procederà a rendicontarle in modo trasparente. Al fine dell’individuazione delle iniziative da poter finanziare, si farà riferimento prioritario alle indicazioni provenienti a livello locale. Confindustria Veneto e Cgil Cisl Uil del Veneto, hanno deciso di dare vita a questa iniziativa in coerenza con le esigenze che verranno espresse dai territori e con il piano della ricostruzione a sostegno dei lavoratori, delle imprese, nonché del ripristino dell'ambiente e delle infrastrutture. Obiettivo primario è garantire la certezza della destinazione dei fondi “comunque a sostegno dei servizi e delle strutture di pubblica utilità” e la loro più rapida utilizzazione, considerata la gravità della situazione e la necessità di avviare la ricostruzione.

Gerardo Colamarco, Segretario Generale della UIL del Veneto: «Questa iniziativa congiunta e unitaria dei sindacati, a fianco delle imprese, è una risposta concreta e solidale alle enormi esigenze delle popolazioni colpite dall’eccezionale evento atmosferico di fine ottobre. Tutte le province, anche se a livelli diversi, hanno subito danni ed è per questo che abbiamo voluto coinvolgere tutti i territori nella raccolta fondi. Faremo una campagna di sensibilizzazione tra i nostri iscritti perché aderiscano numerosi e convinti. Passata la fase di emergenza e di solidarietà, dovremo ragionare sul futuro, per la messa in sicurezza del nostro territorio. Come sindacato siamo pronti a fare la nostra parte» .

 

 

Leggi tutto...

Firmato il protocollo Governo-Sindacati

  • Pubblicato in Notizie

Alle 7,30 di questa mattina, dopo una no-stop di quasi 24 ore, Uil, Cisl, Cgil, Associazioni datoriali e Governo hanno condiviso il Protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro. Soddisfazione è stata espressa dalla delegazione della Uil, guidata dal Segretario generale, Carmelo Barbagallo, e composta dal Segretario generale aggiunto, Pierpaolo Bombardieri, e dalle Segretarie confederali, Ivana Veronese e Tiziana Bocchi. “È prevalso il buon senso – ha detto Barbagallo - e abbiamo fatto valere il principio della priorità della sicurezza sul profitto, valorizzando il ruolo delle Rsu e degli Rls e Rlst. L’attuale gravissima emergenza sanitaria deve essere gestita tutti insieme: con l’intesa, fortemente voluta dalla Uil, possiamo ora offrire ai lavoratori e al Paese uno strumento, giusto ed efficace, di tutela e salvaguardia della salute anche nei luoghi di lavoro. Dobbiamo vincere questa battaglia contro il virus, dobbiamo evitare di sprofondare in una recessione che impoverirebbe tutti, a cominciare dalle classi più deboli, come i pensionati, che devono essere tutelate anche dai rischi di truffe e speculazioni. Nella capacità di realizzare tale equilibrio - ha proseguito il leader della Uil - c’è la chiave per rialzarsi e ripartire: noi ci crediamo e siamo pronti a fare la nostra parte”. Dall’ingresso nei luoghi di lavoro ai processi di sanificazione; dai dispositivi di protezione individuale alla gestione degli spazi comuni; dall’organizzazione aziendale agli orari di lavoro; dalla gestione di una persona sintomatica in azienda alla sorveglianza sanitaria. Sono questi alcuni capitoli del documento concordato che prevede una serie di misure per garantire a tutti i lavoratori di svolgere la loro attività in una condizione di sicurezza e di protezione rafforzata, rispetto ai rischi rappresentati dall’epidemia di Coronavirus. “Si tratta di un insieme di regole che determinano un’omogeneità di trattamento in tutte le realtà produttive e che - ha concluso Barbagallo - ribadiscono, in linea con le disposizioni governative già attuate in questi giorni, il diritto alla sicurezza e alla salute e l’effettiva fruizione di quelle prescrizioni”.
Nel pomeriggio si svolgerà un incontro in videoconferenza tra Regione Veneto e Cgil Cisl e Uil Veneto.
IL PROTOCOLLO

Leggi tutto...

Il 27 novembre attivo unitario CGIL CISL UIL

  • Pubblicato in Notizie

Manovra del Governo, CGIL, CISL e UIL di VENEZIA organizzano un attivo unitario di tutti i delegati provinciali per discutere i contenuti del provvedimento e presentare le proposte del sindacato per la crescita e lo sviluppo del Paese. L'appuntamento è domani, martedì 27 novembre, dalle 9.30 alle 13.00, al teatro Momo (via Dante 81, Mestre). Partecipa il segretario confederale della UIL Domenico Proietti.

Leggi tutto...
Subscribe to this RSS feed